Spartito colorato

Spartito colorato

domenica 25 giugno 2017

Come creare armonia tra le religioni

L'idea è prima di tutto di riconoscere che in tutte le religioni c'è stato all'inizio un contatto con il sacro che era disponibile ad una persona o ad una cerchia ristretta. Quindi riconosciamo l'autenticità di tutte o quasi le religioni. L'idea è di costruire una piattaforma non dogmatica non settaria che possa creare un ponte tra le religioni e soprattutto i gruppi spirituali in cui la scintilla divina è ancora accesa. Tale piattaforma deve essere fatta di persone che hanno interesse in più poli spirituali e che di fatto credono almeno in parte ad essi. Sono stimolati lo studio, il confronto e la pratica di varie discipline. Le note infinite non è un sistema chiuso di idee ma una fucina di pratiche e studi. L'enfasi viene dato all'aspetto laico cioè alla singola persona individuale ma ciò non esclude l'accogliere anche gli aspetti sacri e spirituali. Il punto di contatto tra le correnti spirituali o religiose è nella persona media che non è un fanatico religioso nè una persona totalmente materialista ma che può invece fare da mediatore tra la laicità e la religiosità. Le note infinite mira ad essere un piccolo gruppo (non ci sono idee di proselitismo) che riesce a sviluppare quelle conoscenze teoriche o spirituali che possono fare da ponte. L'aspirazione è ad un mondo di pace e nonviolenza.


giovedì 22 giugno 2017

Vieni con me

Vieni con me dove le persone le ideologie e le religioni non si contrappongono ma vanno d'accordo. Vieni con me dove puoi essere te stesso e rilassarti. Vieni con me dove lasci andare l'idea di essere brillante e divieni una persona che può essere aiutata e che può aiutare. Vieni con me dove ci sono pace e un oceano di spazio. Vieni con me dove ci si scambia affetto l'un l'altro. Cercami nel tuo prossimo o vicino a me. Cercami abbandonandoti alla reciprocità degli atti.




Spugne di mare

Spugne di mare complemento
Il vecchio post sulle spugne di mare non è stato compreso quindi aggiungo spiegazioni.
Allego vecchio post. Saltare alla fine se lo si è già letto.
Sto parlando dal profondo del cuore e sto per dire qualcosa per me di importante. Spero mi ascolterai. È la soluzione ad una società egoista e sottosopra. Agli annosi problemi umani. Ma mi è difficile spiegarla se non con paragoni. Se mi sei amico nella realtà puoi sicuramente afferrare meglio.
Bisogna fare come le spugne di mare. Assorbire e rilasciare. Assorbire affetto denaro tempo gesti gentili. Poi restituirli con la generosità di chi non trattiene nulla per sé. È una rivoluzione. E se uno sta rilasciando l'altro sta donando e quindi c'è sempre un equilibrio. Assorbire e rilasciare energia. Tanto l'energia è di tutti. In questo movimento stiamo depurando il mare. Ci stiamo allenando a trasformare l'ego. Non c'è pericolo perché nei momenti di scarsità ci sarà qualcuno che sta rilasciando. La nostra sicurezza è negli altri. Nella buona relazione. Ma se lo fa una sola persona non funziona. Bisogna essere spugne ed essere mare. Chi condivide?

La cosa che forse non ho detto è che per fare come le spugne di mare bisogna sviluppare nuove abilità psichiche. Non si tratta di poteri con cui manipolare il prossimo ma di trasformarsi per avere una società più etica partendo da ciò che ci è vicino e stare meglio. Quindi si tratta di una attività etica. I concetti che potrebbero avvicinarsi a quello di spugna sono due: l'insight e la generosità di cuore. L'insight è una visione interna su una parte di noi o completa su tutto il nostro essere. Si sviluppa un occhio interiore che può zoomare su un particolare di noi stessi o può tornare indietro a vedere la visione d'insieme. Citando il famoso filosofo J. Krishnamurti l'osservatore è l'osservato. Quindi nel caso ci si osservi reciprocamente tra due persone si può avere un insight interpersonale. La generosità del cuore invece agisce come un contatto empatico che possiamo connettere e sconnettere. L'insight interpersonale unito con la generosità del cuore può creare questo effetto spugna che può trasformare un piccolo gruppo di persone o l'intera società in senso di condivisione e generosità. L'idea della spugna è un allenamento a dare e a ricevere rompendo le inibizioni e creando dei legami di fiducia. La domanda è perchè per avere un piccolo prestito non posso andare dal vicino di casa? O perché nel lavoro sono all'inizio sfruttato per molti anni tanto che quando ho una posizione forte sono quasi costretto a mia volta sfruttato? Perché non c'è gentilezza? Fare la spugna con persone più conosciute o sconosciute a volte scambiandosi un semplice sorriso vuol dire risolvere questi problemi. Bisogna fidarsi solo quando ci sono le condizioni per farlo. Non diventare troppo vulnerabili. Ma comunque in linea di tendenza appunto fare la spugna. La metafora con la spugna di mare indica di appartenere ad un ecosistema in questo caso umano ma con una sua autoregolazione e armonia in questo caso ancora da creare. Per fare la spugna bisogna stare attenti a varie cose. Per iniziare basta offrire il caffè e farselo rioffrire. Ma già in questo caso c'è chi offre il caffè e poi non se lo fa rioffrire per conquistare una nomina di generosità. E questa è una forma di egoismo mascherato. Oppure c'è chi scrocca solo il caffè e questo è l'altro opposto. Anche questo sbagliato. Oppure è possibile che un gruppo di persone sia generosa l'un l'altra ma non con le persone fuori dal gruppo e questa è una forma di settarismo. Questa generosità reciproca deve essere trasversale rispetto a credo religioso ideologia nazionalità ecc... E deve essere diffusa dal basso. Ovviamente va diffusa prima dove viene accolta.



martedì 21 febbraio 2017

La notizia meravigliosa

Ho una affettività particolare. Posso elemosinare affetto così come posso redistribuirlo. Tramite piccoli gesti come una parolina al momento giusto un abbraccio o un sorriso posso cambiare e guarire le relazioni tra le persone. Mi servirebbe uno spazio dove ci si possano scambiare parole e calore umano al di fuori dello scopo di corteggiare o ottenere dei vantaggi. Senza snaturarsi. Ma aprendosi un po'. Così come tentativo, esperimento sociale. Noi siamo fatti di energia e questi spostamenti di parole gesti e azioni possono produrre un cambiamento. Lo scopo è sciogliere la struttura sociale dal basso per avere un livello di libertà inimmaginabile adesso ma che io intuisco. Questo mio comportamento lo si può apprendere ed imitare cosicché possiamo essere un gruppo senza un centro ma che agisce coordinato sia in posti diversi sia raggruppandoci. Il risultato è una cosa fichissima ed è possibile. 

venerdì 10 febbraio 2017

Chiedere scusa

Vorrei chiedere scusa per gli animali che ho maltrattato e ucciso da bambino. Senza sapere e senza essere pienamente consapevole. Vorrei chiedere scusa per le foreste che ho disboscato e per le cose che non ho fatto. Per gli alberi che non ho abbracciato e per le persone alle quali non ho detto ti amo. Vorrei chiedere scusa alle ragazze che ho abbandonato dopo avergli promesso amore eterno e vorrei chiedermi scusa per amare eternamente storie finite. Vorrei chiedere scusa per cose che non ho fatto io. Per cose che hanno fatto altri me con storie ed esperienze diverse. Vorrei chiedere scusa per aver bombardato violentato e ignorato. Con un pianto liberatorio. Infine vorrei chiedere scusa per parlare di sentimenti privati qui su Facebook (ndc testo preso da facebook).