Spartito colorato

Spartito colorato

martedì 6 ottobre 2015

Religione aperta

Una religione open source è  come il software i cui sorgenti sono liberamente disponibili per essere studiati e modificati da tutti. Chiunque indaga liberamente e con un talento può arrivare a conoscere il divino o una sua parte sia che egli adotti un metodo scientifico, sia che egli sia un filosofo o un teologo, sia se egli sia dotato di compassione o amore sia che si tratti di una persona non specializzata che segua un maestro iniziato. Ogniuno potrà dare il proprio contributo al miglioramento della "religione" se è questa la sua inclinazione. In realtà anche chi fa un lavoro normale contribuisce al buon funzionamento del sistema e questo va conteggiato. Ma chi si sente proprio perduto e non trova giustizia ne coerenza nel mondo può fare una indagine seria ed arrivare senza dogmi a conoscere un ordine nel mondo e a trovare il bene. Per ora è ancora un progetto in fase embrionale ma di qui a poco sarà resa fruibile la conoscenza del divino che non sarà più rinchiusa nei misteri esoterici, nei segreti del Vaticano o negli scrigni buddisti. Non è una nuova religione. Si tratta di rendere disponibile uno studio e delle realizzazioni che hanno portato a catturare il cuore e il senso presente nelle varie religioni ma anche nelle filosofie e nelle scienze. Cercate un mondo giusto? Il bene, la verità?  Fate un pezzo di cammino insieme a me. Arriverete a vedere il divino negli alberi, nel cielo e negli uomini. Non avrete bisogno di strutture di rituali ne di sacerdoti. Arrivati alla percezione diretta vi renderete conto di quanto infelici sono gli uomini e vorrete aiutarli. Inizierete a parlare. All'inizio in modo casuale, fortuito. Poi vorrete raggiungere più persone possibili e avrete bisogno di aiutanti, di una struttura, di un linguaggio. Sembrerà un'altra religione ma non lo è.  La vostra azione è interamente trascendentale.




Nessun commento:

Posta un commento